Microsoft AJAX CDN

Da pochi giorni è stato annunciato, tramite il blog di Scott Guthrie (qui), Microsoft AJAX CDN (Content Delivery Network), ossia un sistema di caching delle principali librerie AJAX utilizzate dagli sviluppatori Microsoft e non.
Nello specifico è possibile trovare tutte le librerie Microsoft Ajax e Jquery, come mostrato dall’elenco seguente:

Url delle librerie Microsoft Ajax distribuite tramite CDN:

  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjax.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjax.debug.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjaxAdoNet.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjaxAdoNet.debug.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjaxDataContext.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjaxDataContext.debug.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjaxTemplates.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/beta/0909/MicrosoftAjaxTemplates.debug.js;

Url delle librerie JQuery distribuite tramite CDN:

  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/jQuery/jquery-1.3.2.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/jQuery/jquery-1.3.2.min.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/jQuery/jquery-1.3.2-vsdoc.js;
  • http://ajax.Microsoft.com/ajax/jQuery/jquery-1.3.2.min-vsdoc.js;

Questo tipo di approccio dovrebbe fornire delle migliori performances sia del client che del server; quest’ultimo si troverrebbe a gestire un minor numero di richieste e, conseguentemente, un minor traffico, mentre il client effettuerebbe il download della libreria da un server geograficamente più vicino a lui e, nel caso l’utente fosse passato per un sito che già utilizzava la libreria javascript tramite CDN, non effettuerebbe il download sfruttando la cache del browser.

È già possibile utilizzare questo sistema di rilascio delle librerie Javascript mettendo il percorso completo per i file JS, come mostrato dallo snippet seguente:




Ovviamente con la prossima versione di Microsoft ASP.NET AJAX sarà incluso il supporto e basterà specificare, tramite un apposito attributo, se si vorrà sfruttare o no questa tipologia di rilascio, come mostrato di seguito:

Un interessante post - che trovate qui - spiega eventuali problemi che si possono riscontrare con tale libreria, nel caso in cui il proprio sito sia un https o il client abbia un alto numero di cookies per il dominio microsoft.com.

Ciauz


Comments